CLP


Il Regolamento CLP 

Il Regolamento CLP (Regolamento n.1272/2008), che deriva dai criteri armonizzati per la classificazione e l’etichettatura ed imballaggio, meglio noti come GHS (Globally Harmonized System), nasce con lo scopo di favorire il commercio mondiale di sostanze e miscele pericolose e al contempo di tutelare la salute umana e l’ambiente.
Il CLP è rivolto a chiunque all’interno della filiera produca, immetta sul mercato, acquisti, utilizzi una sostanza o una miscela e riguarda le nuove regole di classificazione, etichettatura ed imballaggio delle sostanze e miscele chimiche. Prevede, tra l’altro, sostanziali modifiche agli attuali simboli di pericolo, alle frasi di rischio, ai consigli di prudenza e conseguentemente comporta un aggiornamento delle attuali schede di sicurezza, presto non più utilizzabili. Molte disposizioni del Regolamento CLP sono strettamente legate a disposizioni del Regolamento REACH e ad altre normative comunitarie. Visto che vengono completamente rivisti i criteri di classificazione ed etichettatura si avranno ripercussione in tutte quelle norme ed attività delle aziende che si rifanno alle regole di cui al CLP, ad esempio la direttiva Seveso, il Testo Unico Sicurezza, la gestione dei rifiuti pericolosi, ecc.